Siamo nati disuguali, ma abbiamo beneficiato tutti del capitalismo.

Capitalismo, e le sue diatribe economiche, sociali, morali che si trascina dietro sin dai tempi di Adam Smith. Un ottimo articolo sul Sole 24 Ore, che cita la riflessione del filosofo Harry Frankfurt “Osservando la distribuzione dei beni economici, quello che è importante da un punto di vista morale non è che tutti abbiano gli stessi beni, ma che ognuno di noi ne abbia a sufficienza” .

E arriva poi alla – oggi non scontata – conclusione:

“gli uomini sono nati disuguali e solo la crescita e lo sviluppo ci hanno reso più ricchi, più prosperi, più uguali e soprattutto meno poveri. È solo grazie all’industrializzazione, al progresso tecnologico ed al libero mercato se siamo riusciti a garantire un livello di benessere così alto alla maggioranza della popolazione mondiale in un periodo di tempo estremamente breve.”

Please follow and like us:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *