1051589-businessmarketwatch-1456091902-177-640x480

Brutte nuove

In questo post ipotizzavo la consecutio di avvenimenti che, sono sicuro, porteranno l’Italia nuovamente in recessione nel periodo 2017/2019, a seguito della vittoria del NO al recente referendum. Premesso che non ho alcun interesse a discettare di politica e schieramenti, ma mi interessa prettamente l’analisi di natura economica.

Dunque, spenti i riflettori sul tema e calato l’interesse tipicamente trigger vendi-copia, ecco cosa è accaduto negli ultimi 30 giorni.

Rating sul debito italiano declassato a BBB da Dbrs. Motivazione: “La decisione di ridurre il rating sovrano presa dall’agenzia canadese «riflette una combinazione di fattori, tra cui l’incertezza sulla capacità politica di sostenere lo sforzo di riforma e la persistente debolezza del sistema bancario, in un periodo di crescita fragile».”

 

Spread: da 150 a 155 (+3,3%), con picchi di 172 punti

Andamento spread Btp-Bund dicembre-gennaio

Andamento spread Btp-Bund dicembre-gennaio

Prezzo medio della benzina in Italia: +2,50% circa

Prezzo medio benzina dicembre-gennaio

Prezzo medio benzina dicembre-gennaio

Nulla di buono all’orizzonte.

Please follow and like us:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *